Come rinnovare la sala ristorante (Parte 1)

ristorante

Per rinnovare la sala ristorante, occorre affidarsi agli esperti dell’interior design in grado di occuparsi degli arredi, degli allestimenti e design d’interni inclusa la progettazione della sala ristorante. La soluzione d’arredo su misura chiavi in mano per ristoranti è sicuramente la più vantaggiosa per tutti coloro che intendo creare ambienti armoniosi in perfetta sintonia con lo stile, rispettando la politica di gestione del locale e tenendo conto dei vincoli imposti dallo spazio e dal budget a disposizione. L’interior design ha infatti il compito di tenere in considerazione anche il target, la location, ed il tipo di cucina proposta. Chi sceglie una produzione artigianale, potrà contare su uno stile certamente unico ed originale.

Leggi anche Come dare “carattere” al tuo locale pubblico

Oggi è possibile rinnovare la sala ristorante utilizzando diverse tipologie di materiale: tessuti, legno, ferro, inox, zinco, ottone, rame, acciaio, corten, tessile, carte parati, wall covering, speciali rivestimenti che creano la giusta intensità ed il giusto contrasto tra gusto, sapore, tecnica ed emozione. La sala ristorante non deve poi mancare delle giuste decorazioni, (aspetto fondamentale per il ristorante e/o pizzeria), in grado di conferire armonia e confidenza con il cliente. E’ fondamentale anche riuscire a giocare con l’impatto visivo ed olfattivo, per lasciare un’impronta indelebile che serve a sancire un stretto legame con il cliente.

Il gusto ed il sapore Made in Italy, è ancora molto legato al materiale per eccellenza, ovvero il legno, ed è proprio intorno a questo materiale che è possibile progettare il concept, incentrato sulla matericità del legno ma anche  delle resine e del calore che possono conferire i  colori scelti per le finiture, nonchè dall’inserimento di lampade decorative. Di tendenza è sicuramente per molti lo stile industriale, che rende l’ambiente estremamente accattivante, merito anche della possibile scelta delle vetrate realizzate in ferro e vetro, pannellature in ferro e specchio, che servono ad ampliare la percezione dello spazio.

Il successo di un ristorante, oltre che dalla bontà dei piatti, è anche esaltato dagli arredi e dallo stile. Dal momento che stiamo rivalutando il vintage, possiamo anche parlare di un rinnovamento in stile shabby chic, quindi prediligere  elementi in pietra e sedie in stile minimal, senza appesantire la sala. Ma il vero trend del momento, riguarda il riciclo e il riutilizzo di materiali e vecchi oggetti, che così guadagnano una seconda vita. Convergere in questa direzione significa dare al proprio ristorante un tocco di originalità e soprattutto distinguerlo dagli altri. Sono quindi i piccoli dettagli dell’artigianato a rendere l’atmosfera calda ed accogliente. L’arredamento ristorante fa parte di un concept  cui prestare grande attenzione. Siamo nell’epoca dove potersi sedere al tavolo di un ristorante è visto come concedersi un piccolo lusso, che deve essere appagato sotto ogni punto di vista e deve coccolare tutti i sensi. Non si tratta semplicemente di “cibarsi”, ma di ritrovare l’intimità, la convivialità, e un po’ di tempo per sé stessi. E perché no, ispirazione… Per questo non devono essere dimenticati elementi quali tavolini da aperitivo, vasi per piante aromatiche da sospendere alle pareti, originali sgabelli fatti con vecchi libri o lampadari realizzati con oggetti ormai in disuso.

Deposito Creativo
Deposito Creativo

Il “Deposito” è uno studio creativo con base a Forlì che opera su progetti di interior design e styling. Unisce la professionalità nel campo dell’interior design alla ricerca, ideazione e vendita di complementi di arredo, pezzi di recupero rivisitati e prodotti realizzati artigianalmente, riproducibili su misura.